Menu

 

 

 

Cart
Estratti dai Discorsi - SAIPRAKASHANA.COM/IT

naham manushyo na cha deva yakshah 
na brahmana kshatriya vaishya shudrah
na brahmachari grihi vanastah 
aham sathya bodhakah sathyam shivam sundaram

(Non sono né un essere umano né un dio; io non sono un essere celeste né sono un membro di nessuna delle quattro caste: brahmana, kshatriya, vaishya o shudra. Non potete neppure etichettarmi come appartenente ad alcuno dei quattro stadi
o Ashramas stabiliti dal Sanathana Dharma;
Io sono il Maestro della Verità. La mia natura è verità, bontà e bellezza!)

Via, via che la mia missione procede, sempre più di voi dovranno diventare come me. Se un unico Sai Baba ha potuto fare così tanto in una sola vita, immaginate cosa potrebbe accadere se molti di voi si trasformassero come me! Il potere dello Spirito è sempre superiore al potere limitato del sé fisico. Attraverso ciascuno di voi, il mio spirito si muoverà, parlerà, camminerà, servirà, aiuterà e amerà. Consentitemi di farlo attraverso di voi. Non siate d’impedimento al mio cammino. Non permettete al vostro piccolo ego, all’attaccamento e all’egoismo di frapporsi impedendomi di fluire liberamente attraverso il vostro essere. Questo è tutto il seva che vi chiedo. Consentitemelo, lasciate che operi attraverso ognuno di voi senza ostacoli, come se foste strumenti vuoti.

16 settembre 2017, Visita Divina in Australia, Pagina. 24

______________________________________________________________________

Ritengo che sia dovere di ogni persona sana di aiutare un altro che è malato. Il più grande obbligo di ogni persona istruita è quello di aiutare un ignorante a ottenere conoscenza. È responsabilità primaria di ogni persona che è ricca sostenere chi non ha mezzi sufficienti. Il servizio più alto di coloro che sono ben nutriti è quello di assicurarsi che nessuno intorno a loro abbia fame. Se seguite questi principi, significa che mi state seguendo veramente e allora potete chiamarvi miei seguaci. I miei seguaci devono seguire il percorso che ho tracciato. Questo percorso è semplice: amore e servizio, amore e servizio.

10 settembre 2017, Visita Divina nelle Fiji, Pagina 9


______________________________________________________________________

Il passato, il presente e il futuro sono come le pagine di un libro. Mi è stato detto che i Russi amano leggere libri. Questo libro è già stato scritto. L’inizio, la metà e la fine sono già stati completati. Il lettore, all’inizio, non può sapere ciò che accadrà alla fine. Tuttavia, pagina, dopo pagina, leggendo, conoscerà la storia. Allo stesso modo, pagina dopo pagina, i leela di Swami si manifesteranno e piano, piano le cose accadranno.

Potreste essere alla prima pagina come alla decima, ma non potete sapere cosa troverete alla quindicesima, fino a che leggendo, pagina dopo pagina, non arriverete a quella. Swami, comunque, che è l’autore del libro, conosce tutte le pagine. Lui sa cosa accadrà, quando accadrà, dove e a chi accadrà. Essendo stato scritto da Swami e conosce Egli già tutto, che scopo c’è allora di sentirvi i facenti? Qual è lo scopo dell’ego e dell’attaccamento? Egli ha deciso ciò che dovete fare e siatene pronti. Tutto ciò che dovete fare è abbandonarvi ed eseguire. Per coloro che si sono abbandonati non percepiscono il facente in loro, le cose avvengono per proprio conto; al contrario la mente di colui che non si è abbandonato sarà confusa e triste.

28 agosto 2017, Visita Divina in Russia, Pagina 20

 

Pagina 3 di 3

Audiolibro Sai Uvacha Vol.2


SCARICA GRATUITAMENTE IL FILE AUDIO .WMA

(file compresso .zip 214Mb.)

Audiolibro Sai Uvacha Vol.1


SCARICA GRATUITAMENTE IL FILE AUDIO .MP3

(file compresso .zip 720Mb.)

New Official Website Links

Log In or Register