Menu

 

 

 

Cart

DA UVACHA VOLUME VIII DISCORSO DIVINO DEL 26 MARZO 2015 A MUDDENAHALLI

(L'oceano del Samsara, il ciclo infinito di nascita e morte, non può essere attraversato con le penitenze, con i pellegrinaggi, con lo studio delle scritture o mediante le pratiche spirituali. Può essere superato soltanto con il servizio ai buoni e ai giusti).

Che cosa è la Seva (servizio)? Ogni azione può essere Seva. Quando pensate di esserne voi gli artefici e di compierla per voi stessi, allora resta semplicemente una azione, ma quando fate ogni cosa per amore di Dio, quella azione si trasforma in Karma Yoga (unione con il divino attraverso l'azione disinteressata) che diventa Seva. Molte persone non fanno che proclamare agli altri di essere impegnati nel servizio e si riempono la bocca di 'io' e 'mio'. Non si tratta soltanto di affermarlo, voi dovete farlo.

Quando si fa la carità, la mano destra non dovrebbe sapere ciò che fa la sinistra. Quando in voi affiora una idea caritatevole, mettetevi subito all'opera. Tanti pensieri sorgono nella mente soltanto per pochi secondo nell'arco delle ventiquattro ore della giornata, perciò dovete agire rapidamente e metterle in pratica senza indugio. Al contrario, quando emergono pensieri egoistici e impuri, dovete rimandarne di continuo l'attuazione. Invece fate esattamente l'opposto: quando vi vengono in mente pensieri buoni, ne rimandate l'attuazione al giorno dopo e quando arrivano pensieri cattivi agite immediatamente.

Sia nel caso dei bambini che degli adulti, la messa in pratica dei pensieri cattivi dovrebbe essere rinviata per sempre, mentre i pensieri e i sentimenti buoni dovrebbero essere attuati immediatamente. Se fate così, la vostra azione si trasformerà in servizio vero.

Per molte vite vi hanno ripetuto che voi siete il corpo, così voi continuate a sviluppare attaccamento al corpo e a fare ogni cosa per il suo benessere. Tuttavia il vostro respiro vi insegna continuamente la verità: io non sono il corpo, sono l'Atma stesso. Dovete ridurre l'attaccamento al corpo e sviluppare più attaccamento a Dio. Il corpo è il tempio di Dio; quando ve ne prendete cura come di un tempio, onorate Dio che è al suo interno. Perciò in primo luogo, dovete essere veramente convinti che Dio sia dentro di voi; dovreste considerare il corpo come un tempio e non come un secchio dell'immondizia.

La nascita come essere umano è di tutte la più rara. Se ottenete la sacra nascita come essere umano, dovete anche impegnarvi in azioni sacre e ripetere continuamente a voi stessi: ' io sono Dio, io sono Dio'. 'Io sono il corpo' non è la verità; 'io dono Divino' è la verità.

Dovreste chiedervi perchè continuate a credere a ciò che è falso se conoscete la verità. Vi sto dicendo che voi siete l'Atma: perchè allora non ne fate esperienza? Perchè il diamante dell'Atma è ricoperto dalla ruggine e dalla polvere dell'ego e dell'atttaccamento. Se volete eliminare tutte le impurità avete bisogno del 'detergente' dell'Amore e del servizio e allora potrete lavare via l'ego. Il servizio è come il sapone e l'amore è come l'acqua; usateli insieme e potrete eliminare le impurità dell'ego e dell'attaccamento. Quando vi impegnate nel servizio, il vostro cuore dovrebbe essere sempre pieno d'amore perchè il servizio senza amore non è affatto servizio. Il servizio non è niente altro che la manifestazione stessa dell'amore. Se continuate a proclamare che amate tutti ma non li servite in realtà non provate amore per loro. Il servizio senza amore non è servizio e l'amore senza servizio non è amore. Quando i due si uniscono, avete il servizio vero. Chi state servendo? State servendo voi stessi! Chiunque serviate, dovreste sentire che state servendo Dio in quella persona, perchè lo stesso atma è presente in tutti. Quando lo fate tenendo a mente questo, non c'è più spazio per l'ego e per gli attaccamenti. Sviluppate l'atteggiamento di apertura del cuore; siate consapevoli e servite Dio in ogni persona. Se voi prestate servizio, perderete l'ego e gli attaccamenti. Dovreste sviluppare l'atteggiamento umile di chi è consapevole di aver ricevuto da Dio una grande opportunità e dovreste riconoscere che l'atto di prestare servizio è per il vostro bene e non per quello degli altri. Quel genere di servizio mi è molto caro; quando compite ogni azione per amore di Dio, il karma diventa Karma Yoga. In seguito dovete anche abbandonare il desiderio che l'azione produca determinati frutti. Se volete abbandonare l'ego, fate ogni cosa per amore di Dio. Se volete liberarvi degli attaccamenti, dovete rinunciare a ogni desiderio di ricompensa o riconoscimento per le vostre azioni. Nel momento stesso in cui fate queste due cose, realizzate la divinità.

La penitenza, la meditazione o lo studio delle scritture non sono di alcuna utilità a meno che non vi impegniate nel servizio secondo le vostre capacità. Soltanto se vi impegnate nel servizio, potete comprendere la natura di Dio; il vostro sforzo deve dirigersi in quella direzione. Smettete di compiere le azioni che a me non piacciono e impegnatevi soltanto in quelle che Io gradisco. Noi possiamo far termire il Kali Yuga e dar inizio al Sathya Yuga. Quando avverrà? Tutti voi dovete unirvi nel servizio e allora sarà possibile. Per il bene di chi? Soltanto per il vostro bene.

Audiolibro Sai Uvacha Vol.2


SCARICA GRATUITAMENTE IL FILE AUDIO .WMA

(file compresso .zip 214Mb.)

Audiolibro Sai Uvacha Vol.1


SCARICA GRATUITAMENTE IL FILE AUDIO .MP3

(file compresso .zip 720Mb.)

New Official Website Links

Log In or Register