Logo
Stampa questa pagina

DA UVACHA VOLUME III - DISCORSO DIVINO DEL 24 NOVEMBRE 2014 A MUDDENAHALLI

Trascorrendo del tempo in compagnia di persone buone, accade che a un certo punto sorge un generale sentimento di distacco dalle vecchie abitudini. Il bisogno di frequentare i vecchi amici e conoscenti, diminuisce fortemente. Successivamente, a mano a mano che si progredisce, si sviluppa nirmohatvam, che vuol dire essere liberi dall’illusione. Poi, si genera fermezza mentale. Dalla contemplazione fatta con mente ferma si può arrivare all’ultimo gradino, che è la liberazione. Come descrivere il termine ‘buona compagnia’? La buona compagnia costituisce il satsanga: il riunirsi di persone devote a Sat, o Verità. Questa autostrada che comincia con la buona compagnia, vi porterà alla Divinità.

‘Felice compleanno’ è ogni volta che siete felici e dovreste esserlo in ogni momento. Cercate in voi stessi la ragione per cui a volte siete felici e a volte siete depressi. Scoprirete ben presto che in buona compagnia è più facile essere felici ma, in cattiva compagnia, non è per niente facile. La buona compagnia è quella di Dio. La caratteristica della buona compagnia è la beatitudine. Il semplice fatto che sperimentiate la beatitudine in buona compagnia, è la comprova che siete in compagnia di Dio. Se frequentate cattive compagnie e indulgete nelle maldicenze e nei pettegolezzi, vi accorgerete che la vostra felicità svanirà molto velocemente. Evitate tali compagnie per quanto possibile.

Avere sempre amore nel cuore, anche questo è satsanga. Per cui il primo gradino è satsanga, o buona compagnia, il secondo è nissanga e il terzo è nirmoha. Cos’è moha? Viene detto moha il senso di attaccamento che avete per ciò che possedete. Quando vi libererete da questo senso di dipendenza per il possesso delle cose terrene, potrete raggiungere l’ultimo gradino, che è moksha.

Se volete ottenere stabilità mentale, dovete rivolgere la vostra attenzione verso la profondità di voi stessi. Vi sono molte persone infelici oggigiorno perché non ricercano la felicità nella profondità della loro coscienza; volgono il loro sguardo soltanto alla superficie del mondo, una manifestazione temporanea. Quando si muore in questo mondo, si va in un altro mondo. Ci sono molti mondi al di là di quello fisico. Soltanto se praticate molto, potrete ottenere la beatitudine. Per fare questo tipo di pratica, dovete sempre essere in buona compagnia. Adesso nell’età di Khali è molto difficile per un singolo individuo agire secondo il dharma (rettitudine).

Quando si cammina da soli, il viaggio sembra molto più lungo. Tutti voi dovete unirvi e aiutarvi a vicenda per ottenere la forza che viene con lo stare insieme. Uniti, potete essere forti e crescere in conoscenza e saggezza. Un gruppo di persone che hanno unità di intenti, è molto più forte dei singoli individui isolati. Mettetevi insieme e aiutatevi l’un l’altro per fare cose buone.

Pensate che la libertà sia fare ciò che si vuole? La sola strada per l’autentica libertà è cessare di essere schiavi della mente. Controllate la mente e siate voi a comandare. Il vero dharma, è sapere che la vita è molto di più della semplice lotta per guadagnare i soldi necessari a pagare le proprie bollette. Il dovere dei genitori è fare in modo che i figli realizzino la loro natura divina e il dovere dei figli è fare in modo che anche i genitori realizzino la loro natura divina: questo è il modo di vivere ideale.

Se ricordate sempre che ogni cosa vi è stata data da Swami, allora il senso di attaccamento alle cose che possedete diminuirà. Se pensate a Swami, Swami penserà a voi. Che mi si veda o no, il mio amore è sempre lo stesso, questo amore è inalterabile, non cambierà mai. State in buona compagnia e approfittate di questo amore e di questa beatitudine.

designed by Sri Sathya Sai Premamruta Prakashana